Il simulatore di volo nascosto in Google Earth

null
Un uovo di pasqua decisamente insolito
Premere a caso i pulsanti della propria tastiera può anche portare alla notorietà internazionale. E’ il caso di Marco Gallotta, studente sudafricano di origine italiana che proprio in questo modo ha scoperto che l’ultima versione del noto software Google Earth (programma gratuito che consente di visualizzare una riproduzione tridimensionale del pianeta resa molto fedele grazie alle immagini satellitari) nasconde un vero e proprio videogioco, un simulatore di volo che sfrutta l’iperrealistica grafica dell’applicazione per offrire un’esperienza di gioco (dicono) semplice ma molto appagante.

L’incredulo studente, dopo aver invano scandagliato la rete alla ricerca di notizie sul gioco appena scoperto, si è reso conto dello scoop che aveva tra le mani e non ha perso tempo ad aggiornare il proprio blog, accendendo l’entusiasmo di decine di lettori che hanno subito diffuso l’avvenimento. Nel giro di poco tempo altri frequentatori della blogosfera hanno dato il proprio contributo, e così sono saltate fuori le istruzioni per il gioco direttamente fornite da Google e addirittura una specie di guida per principianti inserita su YouTube.

Accedere alla caratteristica nascosta è abbastanza semplice (ovviamente, dopo aver scoperto come fare): bisogna innanzitutto aver installato l’ultima versione di Google Earth, la 4.2, per poi digitare contemporaneamente Ctrl, Alt e A (Command, Option e A per la versione Macintosh) per accedere alla schermata di selezione del proprio aereo. Dopo aver scelto tra i due modelli disponibili, si passa alla selezione dell’aeroporto di partenza, e quindi al gioco vero e proprio. I comandi sono quelli classici delle simulazioni di volo, e quindi non esattamente immediati, ma una volta presaci la mano il divertimento è assicurato. Oltretutto, dopo aver attivato l’opzione una prima volta il gioco diventa selezionabile dalla schermata Accedi al simulatore di volo presente nel menù Strumenti.

Un’implementazione interessante per il programma di Google, che ormai sta diventando uno strumento sempre più preciso, grazie anche alla recente implementazione di Google Sky, che dà la possibilità di osservare una perfetta riproduzione del cielo stellato. Di sicuro, sarà un modo per aumentare la popolarità del prodotto: molti utenti auspicano infatti ulteriori applicazioni ludiche basate su Google Earth, come ad esempio videogiochi di strategia ambientati nel mondo reale…

Fonte: http://www.voceditalia.it

Scritto da Angelo Tricarico

Appassionato di informatica sin da quando ero piccolo. Attratto da tutto ciò che è alimentato ad elettricità. Sviluppatore di giochi, applicazioni, software e siti web. Attualmente ricopro il ruolo di analista IT per un'importante società italiana.