Apple rilascerà il suo nuovo servizio di streaming musicale a giorni

apple-music
Apple potrebbe essere vicinissima a mostrare al pubblico il suo nuovo rivale di Spotify – che quasi certamente segnerà la fine di Beats, il servizio che Apple acquisì l’anno scorso.
La società svelerà il suo servizio di streaming musicale durante la World Wide Developers Conference che si terrà a San Francisco la prossima settima. Il rapporto arriva direttamente dal Wall Street Journal. La piattaforma di streaming verrà rilasciata sotto forma di aggiornamento per l’app di musica della società con il prossimo aggiornamento di iOS.
Citando “persone familiari all’argomento,” il rapporto afferma che Apple stia per ultimare il servizio e finalizzare gli accordi di licenza con le etichette. Tre delle più note etichette – Sony, Warner Music e Universal Music – devono ancora firmare, il che potrebbe potenzialmente ritardare l’annuncio.
La versione premium del servizio dovrebbe costare 10 dollari al mese e pare offrirà accesso illimitato on-demand, proprio come altri servizi già presenti nel mercato (tra cui Spotify e Rdio). La versione gratuita, comunque, sarà più o meno un’espansione del servizio iTunes Radio più che un vero e proprio rivale di Spotify.
Piuttosto che fornire accesso allo streaming on-demand in un’app con pubblicità, pare che la società abbia intenzione di aggiungere stazioni e una programmazione originale a iTunes Radio. Pare anche che Apple stia prendendo accordi con star come Q-Tip, Drake e Dr. Dre per avere i loro shows nel servizio.
Questa non sarebbe la prima volta per Apple nel campo delle collaborazioni con le celebrità per nuove esperienze musicali. Le prime playlists presenti in iTunes Radio furono curate da celebrità come Katy Perry e Jared Leto.
Apple offrirà anche una versione Android del servizio, secondo il rapporto. Questa mossa sarebbe una vera prima volta per la società di Cupertino, che generalmente ha sempre tenuto le sue apps nel suo ecosistema. Tecnicamente, esiste già un’app Apple su Android, ovvero Beats, ma l’applicazione era già presente sul Play Store prima che Apple la acquistasse.
Avete qualcosa da aggiungere a questa storia? Scriveteci utilizzando i commenti.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.