Una sveglia che potrete disattivare solo con una selfie: Snap Me Up

snap-me-up-android-alarm-appAlzarvi dal letto, ogni mattina, mentre siete ancora assonnati è un compito arduo. Molti provano ad impostare diverse sveglie, altri posticipano l’allarme, ma non sempre questi sistemi funzionano.
Una nuova applicazione, chiamata Snap Me Up, cambia la routine della sveglia costringendo l’utente a farsi una selfie per spegnere l’allarme.
L’ingegnosità dell’app sta nel fatto che, per prendere il cellulare, posizionarlo davanti al vostro volto e scattarvi una selfie, dovete per forza – in qualche modo – svegliarvi e riattivarvi, sforzandovi di aprire gli occhi e di liberarvi dal torpore.
Ad essere onesti, non c’è nulla di nuovo. Esistono già altre apps che vi costringono a riattivarvi in qualche modo per disattivare l’allarme.
Comunque, una sveglia disattivabile solo con una foto, si presta bene alla moda del momento: quella di scattare delle selfie.
L’utilizzo dell’applicazione è piuttosto semplice. Basta impostare regolarmente la sveglia e i timers (per i sonnellini, ad esempio) e il face detection incluso si occuperà di impedirvi di barare. Ovviamente, per i dispositivi che non dispongono di una fotocamera frontale, è possibile selezionare la fotocamera posteriore.
I selfies scattati per spegnere la sveglia vengono conservati in un album chiamato “My sleepy snaps,” ovvero, “i miei scatti assonnati,” i quali mostrano anche data ed ora dello scatto. Chiaramente, molti di questi selfie non mostreranno il vostro lato migliore, ma saranno sicuramente divertenti da rivedere.
Secondo quanto riportato da alcune fonti, pare che ci siano degli ads di Google, a volte invasivi, nell’album Sleepy Snaps.
Snap Me Up, al momento è disponibile solo per Android ed è possibile scaricarla gratuitamente nel Google Play Store.
Michael Fabozzi, sviluppatore di Snap Me Up, ha comunque confermato tramite un tweet di essere al lavoro su una versione iOS.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.