Utenti australiani sconcertati dagli annunci pubblicitari sulla smart TV di Samsung

11Tutte le reti televisive intervallano i propri programmi inserendo degli annunci pubblicitari, ma queste interruzioni sono del tutto inaspettate e indesiderate quando si parla di smart TV.
Ad alcuni possessori di smart TV della Samsung, tuttavia, è capitato di visualizzare annunci pubblicitari durante la visualizzazione di video in loro possesso.
La prima lamentela è arrivata su Reddit, dove un utente ha segnalato un annuncio della Pepsi comparso improvvisamente mentre stava guardando programmi e films sulla sua Samsung TV.
La soluzione, secondo un post sui forum Plex, è di non accettare le condizioni di Privacy di Uahoo, un’opzione ben nascosta all’interno dei menù dello Smart Hub di Samsung. Un portavoce di Plex ha detto a GigaOm che la società non ha responsabilità in questa faccenda.
Lo stesso giorno, sono state mosse diverse lamentele a riguardo, da parte di utenti australiani in possesso di una smart TV Samsung.
Questo problema, sembra infatti aver colpito solo le smart TV della società e nessun altro dispositivo o piattaforma.
Quasi tempestiva, è arrivata anche la risposta di Samsung Australia. Secondo la società, quello dell’annuncio Pepsi è un semplice “errore dovuto ad un recente aggiornamento software che non era indirizzato al mercato australiano.”
“Possiamo confermare che il problema ora è stato corretto e che non abbiamo in progetto di inserire questo tipo di pubblicità in Australia nel futuro prossimo,” ha dichiarato Samsung in un comunicato.
Anche se questa notizia sembra aver confortato gli australiani, sembra quasi che Samsung abbia comunque intenzioni di inserire delle pubblicità in alcuni mercati.
Un’altra notizia ambigua emerge direttamente dall’avviso sconcertante presente nei termini e condizioni per l’utilizzo della smart TV, il quale recita “tutto ciò che dite davanti alla TV può essere inoltrato a terze parti.”
Samsung ha chiarito immediatamente che la TV inoltra dati a terze parti solamente quando un utente sceglie di utilizzare i comandi vocali per una ricerca. Tuttavia, se una TV è in grado di mostrare automaticamente delle pubblicità, include probabilmente un meccanismo in grado di mandare informazioni a terze parti.
La domanda centrale per entrambi i problemi è la stessa: Samsung come tratta i vostri dati, chi ha accesso ad essi e soprattutto, può un cliente scegliere di uscire da questo schema? Sia Samsung che altri produttori di smart TV dovranno fornire delle risposte chiare sulla questione o rischieranno di perdere totalmente la fiducia dei propri clienti.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.