Come aumentare le visite del proprio sito, una nuova ricerca

SparkBrain

Se volete avere molti visitatori, secondo le ricerche, dovete usare un design “brain friendly.”

I ricercatori dell’Università della Scuola di Giornalismo del Missuri hanno notato che dato che il cervello umano è impegnato quando è motivato, il modo più efficace di ricevere visitatori e lettori sul proprio sito è dare loro una motivazione propria, come ad esempio evocando emozioni con storie ed immagini. Il tutto dev’essere sempre accompagnato da un layout molto semplice.

“Il cervello non può processare tantissime informazioni tutte assieme,” ha detto Paul Bolls, un professore associato di comunicazione strategica. “Troppe informazioni possono sovraccaricarlo ed impedirgli di comprendere.”

Secondo Bolls, se un lettore deve faticare troppo per trovare l’informazione che sta cercando in un sito, ciò potrebbe impedirgli di immagazzinare l’informazione nel so cervello; la chiave di tutto, per Bolls, è la semplicità.

Bolls ha anche analizzato come le diverse personalità si approcciano con le risorse online. I suoi risultati suggeriscono che ci sono due tipi di consumatori di online media. I primi hanno una personalità attiva nella ricerca delle informazioni e spesso partecipano attivamente alle community dei siti che visitano, commentando le storie o caricando dei contenuti da loro stessi generati. I secondi accedono di tanto in tanto, passivamente alle notizie, ma non le ricercano e non partecipano molto alla “vita” dei siti che visitano. Sapere con che pubblico si vuole avere a che fare aiuterà ad organizzare le news e il buisness in generale.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.