Come creare collage di foto

Creare dei collage può essere un’attività che richiede un bel po’ di tempo, soprattutto se si fa da sé sfruttando MS Paint o Photoshop; se non ci si sente creativi, poi, è molto difficile ottenere il risultato sperato. Come fare, quindi? Per evitare di spendere delle intere ore di fronte ad uno schermo, senza ottenere i risultati sperati, è possibile far ricorso a degli strumenti che, in pochi clic, regalano collage piacevoli e carini: vediamone ora alcuni.

Online, è possibile affidarsi a ShapeCollage o Fotonea: il primo è un’applicazione molto ricca di strumenti, che permette di ottenere in pochi clic un risultato molto piacevole e soddisfacente, sfruttando anche la possibilità di usare le foto a partire da siti in cui si possono caricare le immagini, aggiundendovi peraltro del testo; il secondo, è un programma molto leggero e facile da usare, dove si possono caricare fotografie non troppo grandi e, a partire da queste, creare un collage. Fotonea, dal canto suo, è un programma grazie al quale è possibile creare degl’interessanti collage intervenendo peraltro sulle carattieristiche delle singole immagini. Altrimenti, è anche disponibile Hockneyizer di Big Huge Labs, che permette di creare un effetto Polaroid che regala al proprio collage un piacevole aspetto, caricando da 1 fino a 20 fotografie.

D’altro canto, è possibile creare dei collage a partire da programmi su pc, come Photoshop, GIMP, Picasa grazie ai quali, attraverso pochi clic, si può creare qualcosa di carino e piacevole, sebbene siano necessarie alcune competenze tecniche per riuscire a sfruttare appieno il potenziale del software senza disperare.

Infine, è possibile creare collage a partire da software specifici come ShapeCollage o AndreaMosaic, o ancora, è possibile sfruttare Microsoft Word o Windows Live Writer, giacché entrambi permettono di effettuare delle elaborazioni di fotografie: insomma, l’importante è mettere dell’inventiva in ciò che si fa, eventualmente sfruttando anche le gallerie di immagini messe a disposizione dai programmi.

 

Scritto da Davide Micheli