Creare applicazioni iPhone

Imparare a scrivere del codice e a creare applicazioni iPhone e Android non è una semplice sequenza di operazioni drag and drop. Mentre l’Apple Xcode aiuta a mettere le basi per costruire un’applicazione iPhone, possono essere necessarie ore di tentativi per produrre un’applicazione RSS feed. Se siete tuttavia molto interessati a creare un’applicazione mobile basata sul vostro sito, la vostra impresa, la vostra associazione o solo un gioco quiz divertente, esiste un sito chiamato Buzztouch che può essere una soluzione web-based ideale. Buzztouch è semplicemente un software content manager per iOS e Android, che può offrire modelli all’interno dei quali importare le informazioni delle proprie applicazioni, per poi generare il codice necessario alla compilazione dell’applicazione.

Buzztouch aiuta a sviluppare la propria applicazione affinché se ne possa esportare il codice Xcode e, a quel punto, affinché si riesca ad inserire l’applicazione nell’iTunes App Store: un aspetto molto interessante di Buzztouch, sta nella sua natura freeware, giacché questo software mira a diventare un punto di riferimento per sviluppatori, designer e content publisher.

Tuttavia, al di là di Buzztouch, è pure necessaria una copia di Xcode sul proprio Mac e, questa, si può acquistare per 5 dollari sul Mac App Store. Una volta ottenuta l’applicazione, sarà necessario pagare 99 dollari per licenza da sviluppatore per caricare le proprie applicazioni sull’iTunes App Store, considerando che è necessario essere sottoposti a un processo di approvazione.

Buzztouch fornisce alcuni video tutorial utili per comprendere il funzionamento del programma, grazie a cui creare applicazioni è più facile ed intuitivo: ciò che va assolutamente capito, è che Buzztouch ha dentro di sé alcuni elementi base costruiti su misura per l’iPhone. Dopo aver effettuato la registrazione gratuita sul sito Buzztouch, è bene acquisire una certa familiarità con gli strumenti e i modelli contenuti nel software. Ancora prima di iniziare a sviluppare l’applicazione, è bene posizionare tutto il materiale utile in una cartella, affinché possa fungere da base per la creazione di un’applicazione iPhone basata sul web: quest’ultima potrebbe essere molto utile ad agenti immobiliari, agenzie di modelle, piccoli ristoranti, artisti, blogger, eccetera…

Per iniziare, è bene dare un nome al proprio sito internet: quindi, è necessario aggiungere un logo per la propria applicazione prima di iniziare il processo; da questo particolare, può dipendere l’attrattività della propria applicazione presso il pubblico, giacché migliore sarà l’icona, e più il pubblico confiderà nella professionalità dell’applicazione. A questo punto, sarà necessario inserire una homepage per la propria applicazione, operazione questa particolarmente semplice: dove c’è la voce “gestione menu e schermi dell’applicazione”, si trovano tutte le impostazioni più importanti.

A questo punto, bisogna selezionare uno dei 20 modelli messi a disposizione, per rendere la propria applicazione accattivante e soprattutto coerente: l’importante è dare molta importante all’effetto lucido e curato della propria interfaccia, il segreto per il quale tante persone decidono di adoperare o meno un’applicazione.

A questo punto, è giunto il momento di inserire il proprio codice per costruire l’applicazione e, attraverso Buzztouch, sarà quindi poi possibile visualizzare il risultato su Xcode: dopo essere stato preparato, il codice potrà essere comodamente scaricato sul proprio computer. A questo punto, cliccando sul file dall’estensione “xdoceproj”, sarà possibile eseguire l’applicazione all’interno del simulatore iPhone.

È da tenere presente che, per realizzare queste applicazioni, non è necessaria alcuna particolare competenza nella programmazione, ma è necessario comunque avere una certa familiarità nell’uso di questi programmi: alcuni esempi di applicazioni presenti su Buzztouch sono le app di Ian James’ Piano Live, utili per mantenere i propri fan aggiornati sui concerti; oppure, un’applicazione per calcolare gl’interessi da pagare sul leasing di un’automobile, od altri validi consigli per l’acquisto dei veicoli.

Scritto da Davide Micheli