Nuovo materiale antiproiettile, giubbotti in kevlar più efficaci

Gli scienziati della BAE Systems di Bristol, nel Regno Unito, hanno da poco ultimato la realizzazione di un nuovo materiale, per l’esattezza un liquido dilatante che, combinato col comunissimo Kevlar, potrebbe dare vita a giubbotti antiproiettili molto più efficaci di quelli attuali. Si tratta di una sostanza che, a basse velocità, agisce come un normalissimo liquido ma che nel caso di alte velocità, come appunto quelle dell’impatto di un proiettile, è soggetta a dilatazione ed indurimento istanteneo. Chiamata anche “crema antiproiettile”, a detta dei ricercatori è molto efficace: i test condotti con proiettili lanciati alla velocità di 300 m/s sia contro normali giubbotti antiproiettili in kevlar da 31 strati, sia contro 10 strati di kevlar combinato con questa sostanza, hanno dimostrato che quest’ultima combinazione potrebbe proteggere molto meglio i soldati da pallottole e schegge durante i conflitti. Speriamo che esca al più presto dalla fase di test!

Scritto da mick