L’FBI indaga sulla mancanza di sicurezza negli iPad

“L’FBI conosce queste possibili intromissioni nei computer e ha aperto un’indagine per affrontare la possibile minaccia cibernetica”, ha detto giovedì il portavoce dell’FBI, Jason Pack. AT&T, che possiede i diritti negli Stati Uniti per l’iPad e il popolare iPhone di Apple, ha riconosciuto il problema, però ha detto che aveva corretto la falla e che solo alcuni indirizzi di posta elettronica erano stati esposti ad intrusi. Non ha voluto però fare commenti sull’indagine dell’FBI. La breccia nella sicurezza è stata aperta quando un gruppo che si autodefinisce Goatse Security ha avuto accesso illegalmente ai dati degli abbonati dell’iPad di AT&T, modo in cui ha ottenuto una lista di indirizzi che includeva personaggi famosi, politici, ecc. In totale, si pensa che sono stati rivelati 100.000 indirizzi email.

Una fonte dell’industria di telecomunicazioni ha detto di non essere sorpresa del fatto che l’FBI stava indagando sull’accaduto. “Se vengono compromessi dati di alto profilo non è inusuale ricevere una chiamata da un funzionario del Governo”, ha detto un esecutivo della Goatse, che non ha voluto essere identificato.

Scritto da ioio10