Google protesta per l’accordo di Apple coi produttori

Apple ha modificato la redazione dell’accordo di lunedì. Com’è redatto ora, pare proibire ad alcune agenzie di pubblicità esterne di raccogliere dati chiave sull’uso dell’iPhone. Questo impedirebbe alle agenzie rivali di redarre i loro annunci e renderebbe più difficile competere con la rete di pubblicità di Apple, che sarà lanciata il 1°luglio. “Questo cambio non è fatto per il bene degli utente e degli sviluppatori”, ha detto Omar Hamoui, fondatore dell’azienda di pubblicità mobile AdMob, nel suo blog. AdMob è stata comprata recentemente da Google. Hamoui ha annunciato che Google farà presenti le proprie preoccupazioni a Apple, che non ha voluto commentare i nuovi termini del contratto con i developers.

L’accordo di Apple permette che i dati degli utenti siano trasmessi solo a “un servizio indipendente di pubblicità il cui affare principale siano gli annunci per cellulari che non sia affiliato con uno sviluppatore o distributore di dispositivi mobili o sistemi operativi per cellulari”. In pratica porrebbe un veto a Google, che ha designato Android e fabbrica lo smartphone Nexus One.

Scritto da ioio10