Sony Dash, qualche opinione in più

Quando è stato visto per la prima volta al CES, il Sony Dash sembrava un vero e proprio dispositivo di successo: come mostrato dal video promozionale, infatti, quel piccolo giocattolo spigoloso poteva essere usato per tutta la casa, senza nessun cavo d’alimentazione in vista. Inoltre, è chiamato Dash, parola che in inglese implica di solito un movimento di qualche tipo. E’ stata quindi una delusione scoprire che il suo utilizzo è un’esperienza piuttosto statica: si tratta, infatti, di una sorta di sveglia dotata di una versione del Chumby OS ritoccata dalla Sony, che permette di visualizzare foto da Facebook, leggere pagine internet e dare un’occhiata a Twitter, tutto dal piccolo touchscreen di 7 pollici. Infine, un’altra caratteristica del dispositivo è quella di consentire alla web tv Bravia Internet Video di supportare servizi di streaming come Netflix, Pandora e Slacker. In fondo, non male per un giocattolino da 200$ , ma merita davvero d’essere la sveglia più costosa mai acquistata?

Scritto da mick