Kin, tra concorrenza e strategie di marketing

Quando si tratta di decidere il modo migliore per introdurre una nuova tecnologia sul mercato, le aziende si trovano a dover affrontare una scelta difficile. Nel primo caso, infatti, i nuovi dispositivi vengono offerti come prodotti propri a tutti gli effetti, secondo una strategia di integrazione verticale, mentre nel secondo vengono rilasciate le licenze per l’utilizzo dei singoli componenti, che verranno poi inclusi in prodotti di altre aziende. Nel campo del wireless, Apple, RIM e Palm (a partire dal Web OS) hanno scelto la prima, mentre Symbian, Google (per quanto riguarda Android e Chrome OS) e Microsoft hanno preferito la seconda. E’ difficile e imprudente per una compagnia del genere competere con le altre e, nel tentativo di non ritrovarsi in quella condizione, nel 2003 la Palm Inc. si era  divisa nella PalmSource e nella PalmOne, rispettivamente per software e hardware. E’ così che tra Microsoft e Google è nata una forte concorrenza, dovuta alle varie strategie adottate dalle due aziende, per alcuni versi simili (entrambe si appoggiano ad altri produttori hardware), per altri molto differenti. Mentre Google, con il suo Nexus One, ha deciso di vendere direttamente o online i suoi prodotti, la Microsoft si è tuffata nel mondo del marketing, stipulando contratti per offrire il Kin con la Verizon e la Vodafone. Certo, sarà interessante seguire l’intera competizione tra questi due prodotti e l’iPhone Apple, anche considerando il fatto che il Kin sarà associato ad offerte tariffarie dedicate ad un pubblico giovane, dedito all’uso dei social network. Sarà questa la chiave del suo successo?

Scritto da mick