L’India blocca temporaneamente Street View per questioni di sicurezza

hjghjhjkhk

Il mondo dovrà aspettare un po’ per ammirare le città e i paesaggi indiani su Google Street View. Il governo indiano ha respinto infatti la richiesta di Google di includere l’India nel suo servizio di mapping a 360 gradi per via di alcuni dubbi sulla sicurezza.
Le agenzie di sicurezza indiane sembrano essere preoccupate soprattutto per via di possibili attacchi terroristici. Il governo indiano crede infatti che permettere a Google di registrare le immagini dei suoi territori possa compromettere la sicurezza dell’intero Paese.
Comunque, questa non è una decisione definitiva. Kiren Rijiju, Ministero di Stato, ha dichiarato che la richiesta di Google verrà riconsiderata in futuro. Precisamente, il governo chiede a Google di prendere una licenza per offrire e pubblicare mappe nel Paese.
Questa non è la prima volta che Google va incontro a dei problemi simili in India. Nel 2011, quando provò a registrare immagini per Street View in Bangalore, fu fermata dalla polizia della città.
Google ha avuto problemi con il governo Indiano anche per il suo servizio Maps. A Febbraio, Google è stata accusata di mostrare foto ad alta risoluzione di installazioni di difesa importanti e di impianti di energia nucleare.
Comunque, sembra che Street View non abbia avuto problemi a registrare immagini dalle terre circostanti come il Bangladesh, lo Sri Lanka e il Bhutan. Google non ha ancora rilasciato commenti sulla faccenda.
Avete qualcosa da aggiungere a questa notizia? Scriveteci utilizzando i commenti.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.