Le macchine con pilota automatico di Google sapranno anche suonare il clacson

gkjgkjg

Immaginatevi imbottigliati nel traffico, quando improvvisamente sentite qualcuno dietro voi che suona il clacson. Quando vi girate, improvvisamente, notate che nella macchina dietro di voi non c’è nessuno.
Questa premessa non è l’inizio di un plot horror o di fantascienza, ma rappresenta una situazione ipotetica che potrebbe accadere in un futuro non troppo lontano, dato che Google ha iniziato ad insegnare alle sue macchine con pilota automatico, come si suona il clacson.
La novità è stata riportata da Business Insider e sembra esser stata annunciata in un rapporto mensile di Maggio del Self-Driving Car Project di Google.
Nel rapporto, Google spiega come, un’automobile in grado di suonare automaticamente il clacson, in teoria dovrebbe comportarsi in maniera più considerata e gentile rispetto ad un automobilista umano. “Il nostro software per la guida automatica è progettato per riconoscere quando il suono del clacson potrebbe essere d’aiuto nell’avvertire altri guidatori della nostra presenza – per esempio, quando un automobilista sta per invadere la corsia in cui ci troviamo,” spiega Google nel suo rapporto.
Per assicurarsi che le macchine non suonino il clacson quando non è strettamente necessario, Google sta insegnando al software delle automobili a distinguere le situazioni in cui potrebbe trovarsi.
Nel rapporto, si legge anche qualche dettaglio sul tipo di suono che emetteranno i clacson delle sue macchine, che pare sarà “più amichevole e un po’ futuristico.” Per trovare il suono perfetto, la società sta sperimentando diversi effetti sonori presi dalla natura, tra cui il verso dell’orca.
Avete qualcosa da aggiungere a questa notizia? Rispondete utilizzando il campo per i commenti.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.