Microsoft vieta l’immissione di password semplici per accedere ai suoi servizi

postato in: Curiosità, Internet, News, Windows | 0

pas

Nel corso degli anni, abbiamo visto crescere sempre di più l’importanza di scegliere password sicure per accedere ai siti web.
Il cambiamento è iniziato quando i siti stessi hanno iniziato a fornire una valutazione delle password, durante la loro creazione, cercando di fornirci suggerimenti per renderle più sicure.
Alcuni siti web più ambiziosi, hanno iniziato a chiedere agli utenti di includere numeri, lettere maiuscole e simboli nelle password. Ora Microsoft ha deciso di bandire alcune password estremamente semplici e perciò troppo facili da indovinare. La notizia arriva direttamente dal blog del team di Microsoft.
Le password che saranno totalmente bandite dai servizi di Microsoft (tra cui Outlook, Skype, Xbox e così via) sono state prese dalla lista annuale delle password peggiori di Splash Data. Ai primi posti di questa classifica ci sono le sequenze numeriche come “123456” o parole come “password”, “qwerty” e “starwars.”
Secondo quanto dichiarato sul blog, questa mossa fa parte di uno sforzo per cessare il furto di password. Infondo, una password più complicata, sarà sicuramente più difficile da indovinare per un hacker.
Ovviamente, evitare “le password peggiori” non vi darà automaticamente una password a prova di malintenzionati: sarete voi a dovervi ingegnare nel creare una password che alterni lettere maiuscole e minuscole, simboli e numeri.
Microsoft non è l’unica società a cercare di portare gli utenti a rendere le loro password più sicure. Google ha recentemente svelato le sue intenzioni di sostituire le password con altri metodi, come il riconoscimento facciale, la posizione o la scansione di impronte digitali. Facebook sta cercando di portare gli utenti ad accedere tramite conferma via email o tramite il numero di telefono.
Che le password stiano per vedere la fine della loro era? Staremo a vedere.

Lascia un commento