CodeGamer: imparare a programmare giocando

codegamer_boxDurante la Toy Fair di quest’anno sono stati presentati diversi dispositivi interessanti, diversi da semplici giocattoli.
Uno di questi è sicuramente CodeGamer di Thames & Kosmos, un dispositivo che promette di insegnare la programmazione attraverso il gioco.
“Impara a programmare giocando ai video giochi,” leggiamo nella pagina ufficiale del prodotto. “Utilizza i sensori per controllare il gioco, risolvete enigmi e sfide per imparare il linguaggio di programmazione Arduino.”
L’idea dietro il prodotto è davvero interessante, poiché pare mirare alla formazione per un campo che ora più che mai permetterebbe di accedere a sbocchi lavorativi. CodeGamer permette infatti di impare un linguaggio di programmazione e guida anche l’utente nella creazione di un suo software o di una sua applicazione.
L’app di CodeGamer richiede un tablet o uno smartphone basati su iOS o Android.
Il gioco è strutturato in 15 livelli che è possibile superare connettendo i diversi sensori al gamepad. Vi è anche un Level Editor che permette agli utenti di creare dei livelli e di condividerli con gli altri giocatori. Il linguaggio Arduino viene assimilato dal giocatore durante l’esperienza di gioco, poiché gli enigmi saranno basati proprio su questo linguaggio informatico. Sarà utile anche imparare come funziona il gamepad, il quale potrà essere configurato a proprio piacimento.
Tutto ciò che viene appreso può essere utilizzato per avviare un progetto vero e proprio.
Cosa ne pensate di CodeGamer? Trovate che unire il divertimento all’apprendimento sia una trovata utile? Rispondete utilizzando i commenti.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.