Le apps VR per Google Cardboard presto saranno più realistiche

cardboardLe nuove applicazioni per la realtà virtuale di Google Cardboard presto diventeranno molto più belle.
La società ha introdotto un nuovo strumento per gli sviluppatori che, Goggle promette, permetterà loro di creare audio più immersivi e realistici per le loro apps Cardboard per la realtà virtuale.
Il nuovo software kit per sviluppatori (SDK) abilita gli sviluppatori a supportare l’audio spaziale nelle loro apps di realtà virtuale per Google Cardboard. L’audio spaziale è un vantaggio per la realtà virtuale poiché rende i suoni più realistici, il che rende sicuramente i contenuti VR più coinvolgenti ed immersivi.
Gli sviluppatori, come spiega Google con un post nel suo blog, hanno sperimentato le versioni di base dell’audio spaziale regolando i volumi degli altoparlanti utilizzati. Con il nuovo SDK di Google, gli sviluppatori potranno continuare a regolare i volumi ma anche avere controllo su come i suoni in questione verranno percepiti dagli utenti.
“L’SDK combina la fisiologia della testa dell’ascoltatore con la posizione della fonte del suono virtuale per determinare ciò che sente l’utente,” scrive Nathan Martz, product manager di Google Cardboard. “Per esempio, i suoni che arrivano da destra, raggiungeranno l’orecchio sinistro dell’utente con un leggero ritardo e privi di alcune frequenze alte.”
Per gli utenti, l’aggiornamento significa che le apps VR per Cardboard presto saranno molto più realistiche senza bisogno di acquistare nuovi hardware. Google afferma che il nuovo aggiornamento potrà essere implementato facilmente dagli sviluppatori nelle loro apps ed ha anche rilasciato un’app per gli sviluppatori che vogliono sperimentare le nuove funzionalità audio.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.