Evena inventa Smart Glasses per uso medico

88evn9087as0dfsaUna delle più forti accuse contro Google Glass da parte dei critici è la supposta mancanza di utilizzi pratici per il dispositivo indossabile. Evena Medica ha appena svelato un diverso tipo di occhiali che promette un impatto immediato e pratico per gli ospedali di tutto il mondo.
Gli Eyes-On Glasses permettono a chi li indossa di identificare le vene di un paziente, poiché cosentono di “guardare attraverso” la pelle utilizzando un sistema di visualizzazione ad infrarossi brevettato della società.
In un futuro molto vicino, il dispositivo indossabile potrebbe rendere le iniezioni, i prelievi e il posizionamento di cateteri endovenosi molto meno doloroso e più efficiente.
Il dispositivo di Evena, inoltre, utilizza la tecnologia Epson Moverio “smart glasses”, che permette a chi lo indossa di visualizzare contenuti virtuali sovrapposti ad oggetti del mondo reale.
Gli Eyes-On Glasses possono anche trasmettere le immagini visualizzate a postazioni remote tramite Bluetooth, connessione Wi-Fi e 3G, sono dotati di altoparlanti per le conferenze audio ed offrono la possibilità di archiviare foto e video.
Oltre ai possibili utilizzi in campo medico, questi occhiali possono connettersi direttamente ad un sistema di cartelle cliniche ospedaliere, permettendo a chi li indossa di visualizzare e documentare le informazioni relative ai pazienti.
Un portavoce di Evena ha inoltre dichiarato che questi occhiali saranno venduti per circa 10.000 dollari e le spedizioni inizieranno (per la maggior parte dei principali mercati mondiali esclusa la UE) nel primo trimestre del 2014.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.