Suonare una chitarra immaginaria

Guitar

Se siete tra coloro che quando ascoltano un brano non possono fare a meno di fare air guitar, abbiamo delle notizie per voi: l’arte del fingere di suonare sta per compiere un nuovo passo e sta diventando più elaborata.

Il designer Eugene Wang ha sviluppato un concept per un dispositivo indossabile che vi permetterà di fare pratica con il vostro strumento in movimento.

Utilizzando la tecnologia di movimento, proprio come Leap e Myo, lo strumento proposto da Wang, Soundbrace, avrebbe il potenziale per trasformare le vostre braccia e le vostre dita in strumenti musicali veri e propri.

Innanzitutto, i musicisti dovrebbero calibrare il sensore incluso nei braccialetti, suonando una chitarra vera e propria mentre si indossa Soundbrace. In questo modo, verranno determinate le misure per ogni singola nota e accordo. In questo modo, provando a suonare senza la chitarra, il braccialetto sarà in grado di misurare le distanze per determinare i movimenti delle vostre dita sulla tastiera virtuale.

Nel progetto di Soundbrace c’è anche un jack per cuffie che vi dovrebbe permettere di ascoltare ciò che state suonando virtualmente.

Soundbrace al momento non esiste al di fuori del computer rendering, ma cosa ne pensate? Se davvero arrivasse sul mercato lo comprereste o ritenete che sia un insulto a chi cerca di suonare un vero e proprio strumento? Rispondete utilizzando i commenti.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.