Una password mobile

Passban

Uno startup per la sicurezza mobile chiamato PassBan pensa che il miglior modo di accertarsi della sicurezza dei dispositivi mobili sia permettere alla gente di scegliere tra diverse opzioni di autenticazione – o portarne al polso una.

Molte applicazioni vi terranno loggati in maniera perpetua, bypassando i soliti controlli di sicurezza. Tuttavia, la sicurezza sui dispositivi mobili non è ancora florida.

PassBan ha rilasciato un’app gratuita per Android a Febbraio, chiamata Passboard. L’applicazione vi permette di rendere sicura ogni applicazione sullo smartphone con dozzine di tecniche di verifica, tra cui l’identificazione vocale, facciale, della location o uno specifico movimento. Inizialmente disponibile in versione privata beta, la società ha detto che tutti potranno utilizzare l’applicazione da oggi.

La compagnia ha anche mostrato un bracciale che può sbloccare smartphone e tablets quando l’indossatore esegue una semplice gestura nell’aria. Il bracciale sarà disponibile tra un paio di settimane e la società spera di venderlo per meno di 20 dollari.

PassBoard chiederà a chiunque provi ad accedere ad un’applicazione sul vostro smartphone di autenticarsi nel modo da voi scelto; mentre se voi sarete in possesso di uno di questi bracciali, vi basterà uno shake o un tap sul bracciale. Qualsiasi metodo scegliate di utilizzare, verrà registrato e trasmesso via Bluetooth al vostro smartphone e vi permetterà di sbloccare le applicazioni desiderate.

Chiunque sia in possesso di un bracciale simile può accedere alle vostre applicazioni, ma solo se conosce la gestura da voi scelta. Un metodo per rendere infallibile – o quasi – la sicurezza delle vostre app è di combinare due o più metodi: una gestura sul bracciale e la scelta di una sequenza di colori, ad esempio.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.