SDK bloccato: Android è ancora open-source?

android-fragmentation-640x451

Una nuova clausola nei termini di servizio di Android SDK ci fa pensare che il sistema operativo di Google potrebbe non essere open-source, come sviluppatori, OEM e utenti sperano. Alcuni sviluppatori sostengono che Android SDK è ora un software “proprietario”.

Queste preoccupazioni derivano da una clausola che è stata recentemente inserita nei termini di servizio, che non era stato aggiornato prima dal 2009. La clausola recita:

3.4 L’utente accetta di non intraprendere alcuna azione che possa causare la frammentazione di Android, incluso ma non limitato alla distribuzione, alla partecipazione alla creazione, o alla promozione in alcun modo di kit per lo sviluppo di software derivati da SDK.

In breve, questa clausola mette in dubbio la possibilità di utilizzare Android per crearne una propria versione (a tutti gli effetti, mette in dubbio il significato stesso di open-source). Ma è proprio grazie alla natura open-source di Android, che Amazon ha potuto prenderne una versione modificata per i dispositivi Kindle Fire. CyanogenMod, la console di gioco Ouya, se è vietata la frammentazione di Android, non dovrebbe neppure esistere.

Ora, in teoria, l’Android Open Source Project (AOSP) è ancora libero e open-source, ma è l’Android SDK lo strumento che permette di sviluppare applicazioni derivate da Android. Gli sviluppatori stanno quindi violando i Termini di servizio?

Questo dipendere dall’interpretazione di “frammentazione”. Nel caso di Google Android e Amazon Android, per cui le applicazioni sviluppate sono compatibili le une con le altre, non ci dovrebbero essere problemi. Google sta probabilmente cercando di evitare che la frammentazione comprometta la compatibilità, che danneggerebbe l’intero sistema. Si potrebbe dunque scaricare e utilizzare lo SDK dalla sorgente, senza infrangere i Termini di servizio. Esistono anche SDK alternativi, come Replicant – tuttavia, se hai già accettato i nuovi TdS android, usare Replicant potrebbe essere vietato.

Sembra davvero strano pensare che Google persegua qualcuno per aver vietato la clausa 3.4. Però, perché allora Google aggiunge una clausa se poi serve a poco?

Scritto da niknikolas94