Costa meno inviare un sms da Marte

Earth-and-Mars-640x353

Le telecomunicazioni sono in sovraccarico a causa dei messaggi di testo. Lo sappiamo tutti questo. A meno che non attiviate un piano tariffario conveniente, i costi addebitati per il singolo messaggio sono davvero esorbitanti. Prendiamo ad esempio il caso degli Stati Uniti. Verizon Wireless e AT&T stabiliscono il prezzo di un sms intorno ai $ 0,20 (in Italia un sms costa dai 7 ai 15 centesimi). Anche se volessimo prendere il prezzo più contenuto, di $ 0,05 per messaggio, significa che i gestori incassano 383 mila dollari per gigabyte inviato.

E pensare che al Mars Global Surveyor inviare un gigabyte di dati sulla Terra costa “solo” 284 mila dollari. E in questa cifra sono ripartiti anche i 200 milioni $ per il lancio del satellite e nove anni di costi operativi sostenuti dall’equipaggio NASA. Sembra proprio che ai contibuenti costi 99 mila $ in meno inviare un gigabyte di dati da Marte sulla Terra che per gli utenti inviare un gigabyte di messaggi da 160 caratteri.

Il calcolo di Rick Falkvinge dimostra che ci vogliono 7.670.000 sms per fare un gigabyte. Può sembrare molto, ma considerando che solo negli Stati Uniti ci sono più di 300 milioni di cellulari in uso (secondo i dati dello scorso giugno)… In tutto il mondo ci sono più di sei miliardi di cellulari in funzione. Immaginate quanti sms vengono inviati ogni giorno. Dopo aver fatto alcuni calcoli approssimativi su quanto costa realmente agli operatori telefonici l’invio di un messaggio, il costo all’utente supera i 15.000.000.000% di quello effettivo.

Non c’è da meravigliarsi dunque, se Apple ha tentato di aggirare questa “truffa” in favore dei suoi utenti, integrando iMessage sui suoi dispositivi. Tim Cook ha annunciato che oltre 300 miliardi di messaggi sono stati inviati tramte iMessage. Prima ancora, i telefoni Black Berry della RIM erano stati elogiati per la capacità di aggirare la necessita di sms tanto costosi, proprio grazie a Black Berry Messenger. Anche se il marchio della RIM è stato notevolmente svalutato, BBM è ancora ampiamente utilizzato in alcuni mercati. Il successo, naturalmente, è nel risparmio.

Ma se per le fasce alte del mercato smartphone una soluzione è stata trovata, per la fascia di consumatori che non possiede un prodotto Apple, la situazione è ancora delicata. Con tutte le offerte che gli operatori propongono, quando parlano di reti sovraccariche, dovrebbero prima pensare a quanto è ridicolo far pagare $ 0,20 per 140 byte di testo.

Scritto da niknikolas94