Samsung aumenta il prezzo dei processori della serie A-

All’inizio della settimana era comparsa sulla rete una voce che affermava che Samsung aveva imposto sul prezzo per la produzione dei processori della serie A-, usati nei propri terminali da Apple, un aumento del 20%. Da molti tale mossa era stata vista come una conseguenza delle varie battaglie legali che da tempo va avanti fra le due compagnie.

Ma The Street, blog statunitense, ha oggi riportato che, in un articolo del quotidiano coreano The Hankyorehun portavoce di Samsung ha affermato che sono del tutto falsi i rumors che riportavano tale aumento di prezzo ai danni di Apple.

Ecco la traduzione di un estratto dell’articolo:

Dopo le notizie che riportavano, all’inizio di questa settimana, che il sudcoreano colosso della tecnologia aveva aumentato del 20% il prezzo dei processori della serie A-, un portavoce ufficiale di Samsung Electronics ha negato ciò a The Hankyorehquotidiano di Seoul.

Il portavoce, non nominato, ha fatto notare che i prezzi sono fissati all’inizio dell’anno, e non sono cambiati molto facilmente.

Tali voci sul presunto aumento di prezzo erano probabilmente sorte poichè Samsung aveva affermato di non aver intenzione di giungere a compromessi nella disputa dei brevetti con Apple, e ciò aveva fatto pensare ad un astio nei confronti della compagnia di Cupertino che però, giustamente, non si è esteso ad altri settori diversi da quello della disputa.

Scritto da Simone Garuglieri