Il Kinect trasforma qualsiasi superficie in touchscreen

Grazie al sensore di Microsoft, Kinect, gli ingegneri della Purdue University hanno creato un sistema capace di trasformare una qualsiasi superficie – piana o meno – in un touchscreen multi-utente.

L’installazione è fin troppo semplice: basta puntare il Kinect verso una certa superficie, collegarlo ad un computer e utilizzare la superficie come un normale touchscreen. A questo si aggiunge la possibilità di installare un proiettore: la superificie diventa quindi a tutti gli effetti un display multitouch.

La vera magia però la fa il software. La prima volta che si utilizza il sistema, il sensore Kinect analizza la superficie, valutandone la distanza. Poi, se si interagisce con il touchscreen, il Kinect verifica la distanza delle dita o di altri strumenti.

Inoltre, poiché il sensore è al di sopra del display, il kinect elabora anche i gesti e i movimenti delle mani e del polso nello spazio superiore alla superificie.

Dai test effettuati, si evidenzia che la precisione è buona, ma non è affidabile come i display con sensori tattili. La precisione nel riconoscimento della manualità e dei gesti è di circa il 90% – ma aumenterà con l’ottimizzazione della risoluzione del sensore e con le modifiche dei software.

A differenza dei sensori tattili incorporati, che sono costosi e richiedono un controller nel computer locale, questo sistema può essere applicato in vasta scala grazie a una rete di telecamere. Pensate che tutta la vostra casa potrebbe essere in teoria trasformata in un’interfaccia touch.

I ricercatori dell’Università di Purdue hanno chiesto il brevetto per questa tecnologia, e non ci sono indicazioni circa la possibilità di file opensource del software. Probabilmente Microsoft starà già lavorando ad applicazioni simili per il prossimo Kinect 2.0.

Per saperne di più.

Scritto da niknikolas94