La nuova politica di YouTube sul copyright

Novità per i filtri automatici dei contenuti. False rivendicazioni del diritto d’autore hanno portato all’eliminazione del filmato iniziale del rover Curiosity atterrato su Marte, la trasmissione Ustrem dei 2012 Hugo Awards, il filmato di Obama alle prese con il karaoke e molti altri contenuti. Molto recentemente You Tube ha annunciato che non permetterà più che il processo di rimozione dei contenuti a causa dei copyright sia completamente automatico. Da ora, solo gli utenti con i giusti requisiti potranno reclamare per violazione dei copyright. Se il detentore dei diritti decide di portare avanti l’accusa, dovrà presentare una notifica formale.

Sembra un bene, ma Patrick McKay, fondatore di FairUseTube.org, tiene a precisare che il sistema avrebbe dovuto funzionare così fin dall’inizio. YouTube sta solo tornando alla vecchia politica di gestione.

In un post, YouTube conferma parzialmente le affermazioni secondo cui la società aveva in precedenza adottato politiche che non lasciava agli utenti alcun modo di reclamare il proprio lavoro. In pratica, prima di oggi, se una società entrava e pretendeva il copyright su un video, anche al fine di monetizzarlo, l’uploader rimaneva con un cerino in mano.

Ad oggi, solo gli uploaders con i requisiti necessari possono presentare un ricorso per copyright. L’ammissibilità della richiesta sarà decretata da diversi fattori, tra cui le regole in materia di copyright e la data della controversia. Se un uploader fa ricorso e il titolare del copyright sceglie di presentare notifica, l’uploader riceve un avvertimento. Tre volte e sei fuori – indipendendemente dal percorso legale.

Questo cambiamento sembra migliorare il servizio e McKay si definisce “cauto ottimista”. Speriamo che ciò comporti reali miglioramenti. La promessa di Youtube sarebbe suonata più sincera se avesse – nello stesso tempo – adottato una politica che obbligasse i detentori di copyright a essere in regola per dimostrare la loro proprietà e far valere le loro notifiche. Le società straniera hanno pochi motivi per temere le conseguenze delle notifiche fatte in mala fede, cosa che invece colpirà i piccoli uploaders legittimi, i quali si vedranno sospendere l’account.

Scritto da niknikolas94