Controllare il computer con gli occhi

Che cosa fareste se potreste controllare un tablet o pc desktop semplicemente volgendo lo sguardo allo schermo? Questo è ciò che promette Gaze della Tobii. Si tratta di un’interfaccia sperimentale che usa ciò che i suoi creatori chiamano “il più avanzato e compatto tracciatore di occhi del mondo”. L’eye tracker, appunto, sostituisce le azione di un dito o puntatore mouse semplicemente fissando un link o segmento dello schermo.

L’interfaccia è stata sperimentata su Windows 8 sia su computer desktop che touchpad. I creatori del Gaze hanno dimostrato come sia più efficiente e veloce guardare ad uno dei tile della schermata di partenza che cliccare sul touchpad per lanciare un applicazione.

La compagnia ha sottolineato come sull’interfaccia dei tablet, l’eye tracker lavori con massima precisione permettendo un controllo di tutte le funzioni del sistema, senza la necessità di utilizzare le dita.

Basta, quindi, semplicemente fissare con lo sguardo uno degli oggetti o dei link presenti sullo schermo ed essi si apriranno, proprio come se li stessimo selezionando cliccando sul touchpad.

Lo scorso Gennaio al CES 2012 la versione precedente dell’eye tracking della Tobii fu provata da molti utenti. L’interfaccia fu sperimentata sul videogioco Asteroids e si rivelò un successo, si trattava però di una demo.

L’interfaccia aggiornata va oltre, con controlli completi per Windows 8 e tablet, in più sono stati inseriti dei giochi addizionali. La Tobii al momento sta collaborando con la DoCoMo e Fujitsu per creare un nuovo prototipo di tablet e sta, inoltre, eseguendo ulteriori sperimentazioni sui pc desktop. La compagnia mostrerà i suoi prototipi all’esposizione che si terrà questa settimana in Giappone, la CEATEC e mostrerà maggiori risultati al CES 2013 che si terrà il prossimo Gennaio.

E se vi state chiedendo quando Gaze sarà piazzata sul mercato la risposta sembra ancora lontana. La Tobii ha chiarito che si tratta di un prototipo in fase di sperimentazione e non ha ancora annunciato quando il prodotto sarà disponibile per la vendita. La domanda è: ci sarà davvero un mercato per interfacce di questo tipo?

Ai posteri l’ardua sentenza.

Scritto da Octavia

Salve a tutti, sono Margherita, fervida credente nel potere delle parole. Scrivere è una delle mie passioni. Ho iniziato diversi anni fa scrivendo per Heavy World e collaborando con eutk come redattrice ed intervistatrice, due note webzine e From Wishes To Eternity, rivista ufficiale del fanclub di una nota band musicale finlandese, i Nightwish. Essere informata su ciò che mi circonda, altrettanto. Adesso sono un'articolista freelance, lavoro principalmente su Scribox.it ma anche su altre piattaforme. Collaboro, inoltre, presso la facoltà di giurisprudenza come tutor alla pari. Sono una laureanda della medesima facoltà con una buona padronanza dell'inglese base e giuridico. Sono una di quelle persone che crede che la vita abbia sempre qualcosa da insegnarci, per cui piedi saldi a terra e sguardo che scruta lontano in attesa della prossima esperienza di crescita.