iOs 6: pregi e difetti

postato in: Apple, News, Telefonia | 0

Ad una settimana dalla presentazione del nuovo iPhone 5, è già il momento di fare i primi bilanci sul sistema operativo iOS6.

Vediamo, dunque, quali sono i punti di forza e quelli più deboli del gioiellino della Apple.

Punti di forza:

1. Nuove opzioni di risposta. Apparentemente, può sembrare una feature di importanza minore, ma se consideriamo il fatto che l’esperienza di chiamata su iPhone è sempre rimasta pressoché identica nel corso del tempo, risulta evidente come i cambiamenti apportati con iOS 6 siano rilevanti.

2. Do Not Disturb. Il riposo è sacro, si sa, ma disattivare le notifiche su iOS 5 per evitare di essere disturbati era davvero una lotta senza tregua. Adesso, grazie al Cielo, le cose si sono fatte molto più semplici grazie a Do not Disturb, permettendo all’utente di regolare con facilità i tempi in cui proprio non vogliamo essere disturbati.

3. VIP email inbox. Nonostante il client di iOS sia sempre un po’ “povero” rispetto ad altri, questa nuova opzione che permette di assegnare lo status preferenziale (VIP) alle nostre connessioni, ci permette di avere accesso immediato ai nostri messaggi più importanti senza troppe manovre.

4. FaceTime su mobile. Finalmente, è possibile utilizzare FaceTime anche su mobile, senza per forza dover sfruttare una connessione WiFi. Nonostante non si tratti di un servizio così indispensabile, è comunque un passo avanti da parti iOS 6.

5. Passbook. Se c’è una feature di iOS 6 che merita 10 e lode quella è Passbook. Il portafoglio virtuale “conserva” i vostri tickets, coupons, bigliettini d’auguri e tanto altro ancora e li rende disponibili nel momento in cui deciderete di usarli. Si tratta di un tool davvero interessante ed il fatto che sia già stato sfruttato da importanti brands come Eventbrite,Virgin, Starbucks, Amtrak, etc., suggerisce che presto saremo invasi da questa nuova applicazione.

Punti deboli :

1. Mappe. Lo sappiamo : a iOs 6 le mappe non vanno molto a genio. Purtroppo, questo a ripercuotersi su tutti coloro che sfruttavano questa utile funzione per i propri spostamenti. Ci sono notizie secondo le quali saranno presto disponibili applicazioni di terze parti atti allo scopo.

2. Redesign degli App Stores. Tutti gli App Stores hanno subito un restyling che forse non era così necessario. L’estetica è carina, e ci sono dei vantaggi notevoli come il fatto di non dover mettere continuamente la password per installare gli aggiornamenti. La vera pecca è rappresentata dalla ricerca che, forse per fornire un ampio ventaglio di opzioni, non risulta agevole come la precedente.