Migliorare le prestazioni di Windows 7

postato in: News, Windows | 1

Windows 7 arriva con un significativo aumento delle performance rispetto al suo predecessore, Windows Vista. Ma se vuoi avere le migliori performance possibili, dovresti apportare alcuni cambiamenti al sistema per eliminare quei programmi e quelle caratteristiche che sprecano le risorse del PC. In questa guida, vi mostrerò qualche modo per incrementare le prestazioni del vostro PC, senza migliorare il vostro hardware.

Ma prima un avvertimento: una ricerca veloce su Internet vi porterà a trovare articoli dove promettono di migliorare il vostro OS, ma state attenti, non tutti questi suggerimenti sono buoni, le pseudo guide circa i sistemi operativi di Vista e XP potrebbero fare più danni che migliorare le prestazioni di Windows 7.

I suggerimenti che vi posso offrire qui non trasformeranno il vostro vecchio ammasso di rottami in una rombante Porsche nuova di zecca, ma vi aiuteranno ad ottenere un po’ di velocità in più e di scaglionare la vostra installazione di Windows 7 locale. Se siete intenzionati a fare ulteriori modifiche a Windows 7 a parte le opzioni che vi elencherò qui, assicuratevi di fare una piccola ricerca con le parole chiave “Windows 7 performance myths” (ovvero miti sulle prestazioni di Windows 7). Non fatevi ingannare dagli esotici trucchi e tutorial che troverete su Internet. Informatevi sui cambiamenti che siete intenzionati a fare sul vostro sistema prima di fare qualsiasi cosa, o vi ritroverete in una indesiderabile (se non irreparabile) situazione.

 

Accellerare un nuovo aggiornamento di Windows 7

Quando raggiungi la prima fresca schermata dopo aver completato l’installazione di Windows 7, potresti rimanere sorpreso di trovare tutti i componenti in perfetto ordine di funzionamento. Per la maggior parte Windows 7 è abbastanza buono nel settare i driver per il networking, i video, le periferiche di input e altri elementi, buono sì, ma non certo eccellente.

Per massimizzare le performance del PC, prima di tutto cerca e installa tutti i driver di Windows 7 per tutti i componenti critici collegati al tuo sistema. I driver della scheda madre sono la considerazione più importante, specialmente se il video e l’audio sono integrati in quest’ultima. Se questi componenti, invece, non sono integrati nel tuo PC, aggiungi i driver per la tua scheda grafica e scheda audio alla lista, seguite dai dispositivi di input che hai collegato al tuo sistema in qualche modo (incluse le wi-fi card, ogni periferica basata sul PCI e le stampanti). Se non sei sicuro dei componenti che hai, scarica un programma gratuito come DriverMax e usalo per fare lo scan del tuo sistema e cercare i potenziali aggiornamenti da apportare ai driver.

Non riesci a trovare i driver di Windows 7 per un determinato prodotto? Prova ad usare al loro posto i driver per Windows Vista. Se hai delle difficoltà premi il tasto destro sul file eseguibile e clicca col sinistro su Risolvi i problemi di compatibilità. Esegui quindi il Wizard e seleziona l’opzione che si riferisce al programma che funziona bene in una versione precedente di Windows ma non in Windows 7. Seleziona Windows Vista come successivo sistema operativo, clicca su Avanti tra le opzioni offerte e fai di nuovo partire l’installazione.

Infine, anche se può sembrare strano, non utilizzare Windows Update per installare i driver sulla tua macchina, Microsoft è famosa per rilasciare driver vecchi ed incompatibili con questo sistema.

 

 

Ottimizza la tua memoria

Se hai installato Windows 7 come upgrade da Windows Vista, troverai una cartella chiamata C:\Windows.old. Questa cartella, come potete immaginare, mantiene i contenuti del tuo vecchio sistema operativo Windows Vista. E’ gigantesca, ed è un enorme spreco di spazio. Scorrete tra le cartelle per i file che volete salvare nel nuovo OS Windows 7 e cancella l’intera cartella dal tuo drive. Spazio risparmiato.

Se il tuo PC possiede più di un hard disk, puoi migliorare le prestazioni spostando la locazione del file di paging da il drive contenente la partizione C:\ su un diverso hard disk.  Per farlo, apri il pannello di controllo e scegli Sistema. Da qui, clicca su impostazioni avanzate di sistema. Seleziona l’etichetta avanzate e clicca sulle impostazioni sotto prestazioni di categoria. Finalmente, clicca su Cambia. Deseleziona il riquadro chiamato Gestisci automaticamente le dimensione del file di paging per tutti i drive. Seleziona C: dal riquadro drive e cambialo su nessuna opzione di file di paging. Successivamente, seleziona un hard disk e scegli dimensioni gestite dal sistema. Clicca su ok e riavvia il computer.

Spingere le tue prestazioni

Per avere un’esperienza di Windows 7 più veloce, inizia a modificare il tempo che impiegano i menù ad apparire dopo il click del mouse. Clicca sul pulsante Start di Windows e scrivi “Regedit” nel riquadro cerca programmi e applicazioni. Benvenuto nel registro di Windows 7 – non modificare niente senza una buona ragione. Clicca col tasto sinistro sulla frecica espandibili vicina a HKEY_CURRENT_USER. Espandi la cartella del pannello di controllo e clicca direttamente su Desktop nella gerarchia. Nel riquadro a destra, cerca e seleziona MenuShowDelay. Cambia il valore da 400 a ogni numero più piccolo che è 1 o più alto di 1; questo rappresenta i millisecondi di delay tra il tuo click e il mostrarsi del menù. Riavvia il computer per apportare i cambiamenti immediatamente, o continua il prossimo cambiamento.

Vedi la cartella chiamata Mouse (sotto Desktop)? Cliccaci e cerca e seleziona la chiave di registro MouseHoverTime. Esattamente come prima, cambia questo valore ad ogni numero più basso ma più grande di 1. Chiudi l’editor del registro, riavvia il computer, e avrai un passaggio del mouse più veloce.

Se siete disposti a sacrificare il look per la velocità, potete modificare le impostazioni di visualizzazione dell’interfaccia di Windows 7 per enfatizzare ancor di più le prestazioni. Tornate alla sezione sistema del pannello di controllo e cliccate di nuovo su impostazioni avanzate di sistema. Si aprirà una finestra con le proprietà di sistema, scegliete il pannello avanzate e cliccate sulle impostazioni sotto la categoria performance. Si aprirà una finestra con le opzioni performance. Vedrete una lista di riquadri spuntati che corrispondono a tutte le grafiche delle finestre del sistema operativo.

Se non vi importa trasformare il sistema in un clone di Windows 2000, cliccate sul bottone che dice di modificare le impostazioni di visualizzazione in modo da ottenere la migliore performance possibili. E’ un passo duro da fare, tuttavia, se preferite un approccio un passo alla volta, deselezionate soltanto i riquadri relativi a Windows Aero (come la trasparenza). Si conserva la parvenza di un desktop abbastanza carino mentre potrai migliorare le prestazioni di Windows 7.

Conserva le risorse

Una volta che hai installato un buon numero di programmi sul tuo PC, potresti controllare se il tuo sistema non ha nessuna applicazione non desiderata processata in background che potrebbe impedire alla tua macchina di ottenere le migliori prestazioni possibili. Questi programmi partono automaticamente all’avvio del computer, e sono progettati per aiutarti a caricare l’applicazione corrispondente in modo più veloce. Il problema è che partono ogni volta, anche se non intendi utilizzare quell’applicazione durante una determinata sessione.

Clicca su start e scrivi msconfig nel pannello cerca. Premi Invio. Nella finestra di configurazione di sistema che appare, scegli il riquadro Avvio. Sposta il mouse tra gli headers , la colonna dei comandi è quella che ti interessa.

Un certo numero di applicazioni delle applicazioni che partono in background all’avvio del computer consumano risorse. Per esempio pensa ad iTunes: se hai installata quest’applicazione troverai iTunes e Quicktime nel riquadro d’avvio. Sia iTunesHelper.exe che QTTask.exe non sono necessarie al tuo sistema – partirebbero comunque all’avvio del programma, quindi puoi deselezionarle entrambe.

La stessa cosa per gli altri programmi della lista, prova a cercare sul web per ogni applicazione se vale la pena tenere o togliere il programma. Una volta che hai selezionato i programmi che vuoi far partire all’avvio e selezionato quelli che non vuoi far partire clicca su OK.

Oltre ai programmi dell’avvio, troverai altri servizi sul tuo PC che Microsoft consiglia di tagliare se volete ottenere le migliori prestazioni di Windows 7. Per i servizi clicca su Start, scrivi services.msc nel campo di ricerca e premi Invio. Si aprirà la finestra dei servizi, una lista di opzioni e esecuzioni che è anche più confusionale della finestra d’avvio.

Non potete capire quali servizi disattivare (e quali lasciare attivi) senza guardare attentamente a come ognuno di questi affligge le prestazioni del sistema. Fortunatamente, qualcuno l’ha fatto per voi da quando esiste Windows XP: Charles Sparks, sotto l’alias di Black Viper, ha elencato ogni singola permutazione dei servizi di Windows 7 in tutte le sue versioni, elencando una serie di servizi sicuri che potete rimuovere o come settare i parametri di questi ultimi.

Per seguire il suo consiglio in merito basta fare doppio click su ognuno dei servizi elencati. Avrete bisogno di preoccuparvi soltanto delle applicazioni di avvio. Scegliendo tra automatico, manuale e disabilitato, a seconda dei suoi consigli, sarai in grado dunque di controllare esattamente quali servizi far partire per migliorare le prestazioni di Windows 7. E questo aiuta.

 

Mantenere performance al Top

Se volete mantenere il vostro sistema veloce, assicuratevi di tenere pulita la cartella C:\Windows\Temp occasionalmente. Fatelo appena entrate nell’OS, o attraverso la modalità provvisoria, per assicurarvi di far fuori tutti i file non utilizzati dal vostro drive. Allo stesso modo, non usate la funzione di disinstallazione di Windows. Al suo posto utilizzate il gratuito Revo Uninstaller. Questa bellissima applicazione rimuove i programmi nel modo tradizionale, ma fa anche la scansione del sistema e del registro in modo da cancellare tutte le tracce che il programma potrebbe aver lasciato inutilizzabili sul tuo hard disk.

Usando questi trucchi sul sistema operativo migliorerete le sue performance e avrete migliori risultati con l’equipaggiamento che già avete, ma sicuramente il miglior modo di avere un PC migliore è proprio aggiornare le proprie componenti hardware. Una volta fatto, ricordatevi di non tenere ingombrato il vostro PC, non c’è niente di positivo nel migliorare le performance di un sistema disordinato.

Una risposta

  1. Ma tu guarda che consigli…sempre i soliti da una vita…non capisco a cosa ci guadagnate a fare queste cose..

Lascia un commento