Google e il blocco allo spam nelle ricerche

Siete stanchi di come gli articoli di eHow dominano le vostre ricerche in Google? Stanchi di vedere lo stesso sito che compare ogni volta che cercate qualcosa? Ne avete abbastanza di Yahoo Answers e delle sciocchezze vacue e interminabili che salgono dal fondo di internet?

Il motore di ricerca Google ha lanciato oggi un’estensione al browser Chrome che diventerà il vostro miglior amico. Questa estensione permetterà di bloccare alcuni risultati delle ricerche, il che significa che non si dovrà più arrancare attraverso le profondità oscure dei content farm.

Ultimamente c’è stato molto chiasso a proposito dello stato delle ricerche per i contenuti in internet. Secondo molti blog, la ricerca è stata danneggiata da alcuni content farm, come Demand Media, che produce migliaia di contenuti ogni giorno. Solo grazie a questi numeri, è garantito che il contenuto compare tra i risultati.

Recentemente Google si è dedicato alla questione, con il principale ingegnere Matt Cutts che ha scritto che l’attenzione è scivolata sulla comparsa di questi contenuti durante le ricerche e che ritiene che, mentre lo spam in lingua inglese si è più che dimezzato rispetto a cinque anni fa, Google possa fare ancora meglio. Questa estensione sembra proprio un passo in questa direzione.

Cutts ha presentato l’estensione oggi sul Google Chrome Blog spiegando il contesto dello strumento:

Abbiamo esplorato diversi algoritmi per localizzare i content farm, siti che hanno un contenuto vacuo o di bassa qualità.  Uno dei segnali che stiamo esplorando è il riscontro esplicito dagli utilizzatori. Pertanto, oggi stiamo lanciando un’estensione sperimentale di Chrome, in modo che le persone possano bloccare i siti dai loro risultati di ricerca  nel web. Se installata, inoltre,  l’estensione invia le informazioni dei siti bloccati a Google, in questo modo noi potremo studiare il riscontro finale e li finalizzeremo a un potenziale segnale per i nostri risultati di ricerca.

L’estensione, disponibile al download, inserisce un link al di sotto del risultato per bloccare quel particolare contenuto. Da questo momento in poi il contenuto è bloccato e vi avvertirò a fondo pagina.  Con un click, sarà possibile vedere quale domini sono stai bloccati e, volendo, sbloccarli. Questa estensione è disponibile in inglese, francese, tedesco, italiano, portoghese, russo, spagnolo e turco.

Scritto da patrizia.palugan