Il servizio di Skype potrebbe essere considerato illegale in Cina

Secondo una circolare del governo cinese, la Cina attaccherà quelli che ha qualificato come provider illegali di telefonia su Internet, influendo probabilmente sull servizio di chiamate su Internet Skype. La dichiarazione, emessa dal potente Ministero dell’informazione e della tecnologia dell’industria, non menziona nessun operatore specifico. Il Ministero ha richiesto di porre limiti ai servizi telefonici VoIP illegali e ha dichiarato che stava raccogliendo prove di casi legali contro questi. Skype, proprietà in parte del rivenditore Internet eBay, è cresciuto in popolarità tra privati e imprese in Cina proponendo chiamate telefoniche internazionali poco costose o gratis.

La circolare, con data 10 dicembre, non dice cosa considera come servizio illegale e non da’ neanche nomi di provider di VoIP che ritiene stiano violando la legge. Non erano presenti portavoce del governo disponibili per commentare l’informazione e non è stato possibile contattare immediatamente neanche Skype per far sì che offrisse dichiarazioni. La decisione pare destinata a proteggere i tre operatori telefonici cinesi controllati dal governo – China Telecom, China Unicom e China Mobile – che forniscono la maggior parte dei servizi telefonici. Il quotidiano South China Morning Post, sito in Hong Kong, ha citato giovedì una fonte ufficiale non identificata dicendo che i servizi di VoIP potranno essere forniti solamente dai tre grandi operatori cinesi. Le chiamate VoIP permettono agli utenti di realizzare telefonate internazionali a costi molto più bassi di quelli che offrono alcuni provider commerciali, o anche gratis, se entrambi le parti usano VoIP. Molte imprese che usano servizi VoIP per ridurre i loro costi di telefonia internazionale potrebbero perdere accesso al servizio. Skype raggiunge i 124 milioni di utenti in tutto il mondo.

Scritto da ioio10