Più di 1200 milioni di download illegali nel Regno Unito

Almeno 1200 milioni di canzoni sono state scaricate illegalmente nel Regno Unito durante l’ultimo anno, secondo uno studio del gruppo dell’industria BPI pubblicato giovedì. La stima, che lo studio categorizza come ‘conservatrice’, lascia nell’ombra i 370 milioni di canzoni singole e cd e si prevede che si compreranno legalmente quest’anno. Gli esecutivi dell’industria musica hanno dichiarato che le cifre sottolineavano la grandezza del problema che affrontano le case discografiche e altri investitori che sono restii a spendere denaro nel talento quando mancano i guadagni. “I download illegali continuano ad essere in aumento nel Regno Unito”, sostiene Geoff Taylor, consigliere delegato di BPI.

“E’ un parassita che minaccia di privare una generazione di giovani con talento dell’opportunità di avere una carriera musicale E sta trattenendo gli investimenti nel nuovo settore dell’intrattenimento digitale”. Paul Bedford, direttore degli investimenti del gruppo di gestione di beni Ingenious, ha aggiunto “La nostra esperienza di investire direttamente in artisti con musica registrata ci ha mostrato che continua ad essere incredibilmente rischioso rispetto a un panorama dominato dai download illegali”. La relazione “Digital Music Nation 2010” di BPI ha indicato che le vendite di singoli digitali potrebbe superare i 160 milioni nel 2010 rispetto ai 150 milioni dell’anno precedente, mentre le vendite di album digitali raggiungerebbero i 21 milioni, rispetto ai 16,1 del 2009. Il mercato digitale totale equivale a circa 370 milioni di canzoni. Quest’anno per la prima volta una sola canzone ha venduto più di 1 milione di copie (“I gotta feeling” dei Black Eyed Peas) e più di 19 album hanno venduto più di 100,000 copie digitali. Due di questi (“Only by the night” di Kings of Leon e “The Fame” di Lady Gaga) hanno superato le 250,000 vendite ognuno, secondo i dati ufficiali delle vendite. Secondo le e cifre di BPI per i 12 mesi che sono terminati a settembre, i servizi digitali ammonterebbero a un 24,5% del guadagno totale dell’industria discografica, rispetto al 19,2% dell’anno precedente. Nonostante questo, l’incremento di guadagni della musica digitale non compensa la diminuzione di guadagni delle vendite di CD. Lo studio calcola che il numero totale di persone nel Regno Unito che scaricano musica illegale abitualmente è di 7,7 milioni.

Scritto da ioio10