Approvato l’accordo Yahoo-Google in Giappone

L’organismo giapponese antimonopolio giovedì ha dato il via libera ufficiale all’alleanza dei motori di ricerca Yahoo Giappone e Google, un vincolo che è stato criticato dalla concorrenza. Yahoo Giappone, il principale portale Internet del paese, aveva detto a luglio che avrebbe adottato il motore di ricerca di Google, dando alle due aziende il controllo di quasi la totalità del mercato giapponese della ricerca. L’iniziativa aveva alimentato le critiche di rivali come Microsoft e il provider nazionale on-line Rakuten, che citava ne il rischio di competizione sleale. La Fair Trade Commission ha dato la sua approvazione all’alleanza giovedì, ma ha annunciato che continuerà a supervisionare il progresso dell’accordo per qualunque possibile violazione delle leggi antimonopolio.

Gli analisti speravano che l’accordo proseguisse e Yahoo Giappone aveva dichiarato a luglio che aveva confermato con la FTC che l’accordo non avrebbe violato le normative antimonopolio. L’iniziativa di Yahoo Giappone è arrivata inaspettatamente, dato che si sperava che seguisse i passi di Yahoo e scegliesse Microsoft come socio. In quel momento aveva dichiarato che avrebbe concluso dopo un’estesa indagine che la tecnologia di ricerca di Microsoft non era sufficientemente forte per le sue necessità, citando le capacità di ricerca giapponese come esempio.

Approvato l’accordo Yahoo-Google in Giappone

L’organismo giapponese antimonopolio giovedì ha dato il via libera ufficiale all’alleanza dei motori di ricerca Yahoo Giappone e Google, un vincolo che è stato criticato dalla concorrenza. Yahoo Giappone, il principale portale Internet del paese, aveva detto a luglio che avrebbe adottato il motore di ricerca di Google, dando alle due aziende il controllo di quasi la totalità del mercato giapponese della ricerca. L’iniziativa aveva alimentato le critiche di rivali come Microsoft e il provider nazionale on-line Rakuten, che citava ne il rischio di competizione sleale. La Fair Trade Commission ha dato la sua approvazione all’alleanza giovedì, ma ha annunciato che continuerà a supervisionare il progresso dell’accordo per qualunque possibile violazione delle leggi antimonopolio. Gli analisti speravano che l’accordo proseguisse e Yahoo Giappone aveva dichiarato a luglio che aveva confermato con la FTC che l’accordo non avrebbe violato le normative antimonopolio. L’iniziativa di Yahoo Giappone è arrivata inaspettatamente, dato che si sperava che seguisse i passi di Yahoo e scegliesse Microsoft come socio. In quel momento aveva dichiarato che avrebbe concluso dopo un’estesa indagine che la tecnologia di ricerca di Microsoft non era sufficientemente forte per le sue necessità, citando le capacità di ricerca giapponese come esempio.

Scritto da ioio10