La Cina dichiara di aver detenuto centinaia di pirati informatici

pubblicato in: Google, Hacking, News | 1

La Cina ha detenuto più di 460 pirati informatici dall’inizio di quest’anno fino alla fine di novembre, anche se le prospettive nella prevenzione di futuri attacchi alla sicurezza dei computer continuano ad essere cupe, secondo il ministero cinese di sicurezza pubblica. L’annuncio, realizzato lunedì notte, è nato il giorno dopo che una serie di informazioni private del Dipartimento degli Stati Uniti, inclusa una in cui una fonte anonima cinese affermava che il Politburo cinese aveva orchestrato l’intrusione nei sistemi informatici di Google durante una campagna più ampia di sabotaggio da parte del governo del paese antico, esperti di sicurezza privata e delinquenti informatici.

“L’attuale situazione delle nostre misure contro gli attacchi informatici è ancora molto cupa e il numero di attacchi e di sabotaggi in Cina continua ad essere molto alto”, ha dichiarato il responsabile anonimo nel comunicato. Il ministro ha detto che aveva risolto 180 casi di attacchi cibernetici fino alla fine di novembre. Un responsabile del ministero degli esteri, che ha rifiutato martedì di rilasciare commenti riguardo le informazioni di Wikileaks, ha richiamato gli Stati Uniti per “risolvere appropriatamente i problemi relazionati” alle informazioni, anche se non ha dato più dettagli. All’inizio di febbraio, la Cina ha annunciato che aveva chiuso quella che pensava essere la più grande pagina Web del paese per imparare a realizzare attacchi informatici e detenuto tre dei suoi membri, un mese dopo che Goole aveva minacciato di abbandonare la Cina dopo aver ricevuto un attacco cibernetico originato nel paese asiatico. La Cina ha affermato in ripetute occasioni che non approva la pirateria informatica, anche se continua ad essere un popolare hobby nel paese, che può contare su numerose pagine Web in cui si offrono corsi a prezzi bassi per apprendere nozioni base di questa attività.

Una Risposta

  1. Io sono convinto che se un gruppo di pirati attaccasse l’italia come fanno contro l’america torneremmo all’età della pietra ed i conti bancari in negativo.(Secondo me si scocciano per la lentezza delle connessioni in italia…)

Lascia una risposta