Come riparare filesystem NTFS con Ubuntu

Quanti di voi hanno avuto una sensazione di naufragio quando il PC si avvia? Una vocina nella tua mente dice “ci stà mettendo più tempo del solito” prima che Windows ti faccia calare la morte in fronte e si rifiuti di partire.

E’ successo anche a me, e per gran parte del tempo l’originale Windows CD/DVD/USB che utilizzi nella tua installazione originale non può risolvere il problema. Hai bisogno di qualcos’altro. Qualcosa come un intero sistema operativo, sia installato su una partizione separata o in  formato Live CD/USB.

Inserisci Ubuntu!

Ci sono alcuni buoni motivi per avere Ubuntu su un CD o su chiavetta USB da qualche parte. E’ gratis, per cominciare. Non è necessario installarlo per utilizzarlo, è buono per l’accesso ad una partizione rovinata di Windows – anche se è solo per riavere i tuoi preziosi documenti prima della formattazione.

Quando si tratta di riparare l’installazione rotta di Windows allora Ubuntu ha la sua utilità anche lì. Quindi se ti capita di rompere il registro di sistema o il master record di avvio, non avere paura – non tutto è perduto. Questa tecnica dovrebbe funzionare su qualsiasi distribuzione Linux basata su Ubuntu.

Scaricare, installare e avviare Ubuntu

Quelli di voi che hanno già una macchina con doppia accensione Ubuntu e Windows possono saltare questo passaggio.

Se non hai una chiavetta USB Live allora hai bisogno di entrare in possesso di una. UNetbootin è un utile strumento che ti permette di creare una chiavetta USB con una versione avviabile del tuo preferito sistema operativo precaricato da una qualsiasi open source. Se preferisci utilizzare un CD, scarica l’immagine del disco di Ubuntu e masterizzalo con ImgBurn.

Se hai un doppio avvio si tratta , quindi, di un semplice passo scegliere Ubuntu o Windows all’avvio. Per le chiavette Live USB e i CD avrai bisogno di entrare nel setup del BIOS quando il PC si avvia (in genere premendo F2 o Canc) e organizza i tuoi dispositivi di avvio per dare priorità al dispositivo USB o al drive CD per iniziare prima del disco rigido principale.

Se hai fatto tutto correttamente vedrai apparire il caricatore di avvio UNetbootin. Da qui vorrai fare l’avvio direttamente nel sistema operativo. Dopo un minuto o due vedrai apparire il desktop e siamo pronti per cominciare.

Riparare la partizione NTFS di Windows danneggiata
Fortunatamente è possibile pianificare il controllo di coerenza NTFS all’interno di Ubuntu per tentare di riparare la partizione di Windows rovinata, ma sarà necessario installare un paio di cose. Vale la pena ricordare che questo dovrebbe funzionare con qualsiasi unità NTFS che si rifiuta di montare in Ubuntu.

Apri una finestra Terminal cliccando Applications, Accessories e poi Terminal.

In primo luogo installa NTFS-3G digitando questo comando:
sudo apt-get install ntfs-3g
Inserisci la tua password e premi Enter sulla tastiera. Poi installa NTFSProgs nello stesso modo:
sudo apt-get install ntfsprogs

Ora, con questi due strumenti a tua disposizione, puoi impostare la riparazione di Windows.

In primo luogo devi individuare la partizione di Windows. In Terminal, digita:  sudo fdisk -l

Stai cercando di una annotazione che assomiglia a questa: /Dev/sda2 * 638 12.312 93.773.824 7 HPFS / NTFS

Il bit importante è /dev/sda2 che ci dice dove è montata la partizione di Windows.  HPFS / NTFS ci fà sapere che la partizione è un dispositivo Microsoft Windows formattato, e la  piccola stella denota che si tratta di una partizione di avvio.

Quindi nel mio caso /dev/sda2 significa che Windows é su sda (il disco rigido interno) e che é la partizione 2 quella con cui devo avere a che fare.

Armato di queste informazioni usi NTFSProgs per cercare di riparare la partizione.

Nella finestra Terminal digita:   sudo ntfsfix /dev/<device name>

Sostituisci <device name> con la tua partizione di Windows (ad esempio / dev/sda2) e inserisci la password seguita da Invio. Il tuo disco sarà ora montato, verificata la coerenza e gli eventuali errori trovati dovrebbe essere risolti. Riavvia il PC per valutare la situazione, se tutto va bene vedrai Windows.

Riparare un master record di avvio danneggiato
Se hai un problema con il così importante record di avvio di Windows allora lo si può anche riparare all’interno di Ubuntu. Supposto che hai già avviato Ubuntu, apri Terminal e installa lilo digitando:

sudo apt-get install lilo

Immetti la password per procedere con l’installazione, avrai alcuni avvisi pop-up lungo la strada.

Se hai seguito la prima parte di questa guida saprai quale partizione di Windows è installata, se ti sei perso digita:
sudo fdisk -l

Trova la partizione HPFS/NTFS che si riferisce alla tua installazione di Windows, e digita:
sudo lilo-M / dev / mbr

Sostituisci con la tua partizione di Windows (ad esempio /dev/sda2) e premi Invio. Ubuntu tenterà di ripristinare il master record di avvio. Probabilmente ora dovrai riavviare il computer, assicurati di togliere qualsiasi dispositivo Live CD/USB quando riavii.

Conclusione
Se hai ancora problemi con l’installazione di Windows, e hai provato di tutto  non dimenticare che puoi montare la partizione e salvare quanti più dati pensi di avere bisogno. Utilizzando il Terminal, digita:

sudo mkdir /media/windows
sudo ntfs-3g -o force,rw /dev/ /media/windows

Sostituisci con la tua posizione di partizione di Windows e il disco dovrebbe apparire come pop-up sul desktop.

Ubuntu ti ha salvato di recente? Ha la doppia accensione con Windows? Pensi di creare un Live CD?
Facci sapere qui di seguito.

Scritto da Monika6